E' arrivata come ogni anno, avvolta nel silenzio e nel torpore di inizio primavera, la notte più attesa dai ruvesi: la notte degli Otto Santi.

Dalle 1.30, con il tamburo e la grancassa che hanno percorso le strade per chiamare i confratelli, la folla vociante prima e silenziosa poi, si è assiepata in piazza Castello occupandone quasi completamente l'area e salendo anche sul muraglione del Castello.

Alle 2.30, dopo la prima marcia a piè fermo in piazza dell'Orologio, è uscita, non molto puntuale a dire il vero, dalla chiesetta di San Rocco la statua degli Otto Santi, preceduta dagli stendardi della Confraternita e da quello della Madonna del Buon Consiglio.

Dopo il giro della rotonda, la processione si è addentrata nei vicoli del centro storico sfociando, poi,  nei lunghi corsi alberati sui quali, alle prime luci dell'alba, ha concluso il percorso.

Alle 8.30 la rotonda era nuovamente gremita e all'arrivo della processione è calato il silenzio per ascoltare la preghiera del parroco ma soprattutto per gustarsi il ritorno nella chiesetta del simulacro, che tornerà a riveder le stelle tra poco meno di un anno.


Le foto della processione
 


Comments


Comments are closed.