Questo è il primo di due post dedicati alla processione dei Ss. Cosma e Damiano che si è svolta questa mattina per le strade della nostra città.
Le foto che compongono questo reportage sono state scattate da me stesso in Piazza Matteotti prima dell'ingresso della processione nella fiera.

 
 

Si sta svolgendo in questi giorni la festa dei SS Medici Cosma e Damiano con la tradizionale fiera di S. Angelo.
La processione del simulacro dei santi taumaturghi avrà inizio domenica 28 settembre alle ore 8.30 dalla chiesa dei S. Medici in via Le Monache (info dalla ProLoco qui), mentre il rientro è previsto per le ore 12.30.
In attesa della processione vi lascio alle immagini della processione dell'anno scorso da youtube.com.


 
 

COMUNICATO STAMPA:

LA DIOCESI RINNOVA IL PROPRIO SITO INTERNET www.diocesimolfetta.it

Da tempo si sentiva la necessita di aggiornare il vecchio sito della Diocesi, rimasto indietro nella sua staticità, e poco dinamico per la comunicazione di notizie inerenti la vita diocesana. Ora, grazie all’impegno dell’Ufficio Diocesano delle comunicazioni sociali e in particolare all’impegno di Gino Sparapano con la collaborazione di Onofrio Losito, è in linea un nuovo indirizzo: www.diocesimolfetta.it Tale sito usufruisce delle pagine messe a disposizione dal portale della CEI e permette di utilizzare una serie di servizi comuni come il santo del giorno, la parola di Dio, i collegamenti a vari siti cattolici etc. L’home page si presenta con al centro in evidenza le notizie più aggiornate riguardanti la vita della Diocesi. Mentre sulla sinistra ci sono una serie di rimandi ad altre sezioni: La diocesi, annuario, settimanale diocesano, ospitalità. In ognuna di queste sezioni si possono trovare link relativi al Vescovo, agli appuntamenti, ai Documenti pubblicati dal Vescovo; di notevole interesse il link riguardante l’Archivio Diocesano e il Settimanale «Luce e Vita». La sezione dell’Annuario, invece, prevede link riguardanti informazioni relative alle parrocchie, agli uffici diocesani e agli altri organismi. Gli Uffici, poi, avranno a disposizione delle pagine curate in maniera autonoma dove potranno trasmettere programmi iniziative e contenuti relativi alla propria sezione e impegno pastorale. Sulla destra si troverà un richiamo ad un altro sito, quello della Postulazione della Causa di canonizzazione del Servo di Dio Antonio Bello (a giorni attivo all'indirizzo diretto www.postulazionedontonino.it Tale finestra richiama un vero e proprio sito anche questo impostato con al centro in evidenza le notizie ultime sul procedere della Causa. Sulla sinistra alcune sezione dedicate alla figura del Venerato Pastore: biografia, approfondimenti, scritti e opere segno. Segue una sezione sulle norme e gli organi della Postulazione. La voce editoriale attraverso il periodico «Audiant et laetentur». Segue una sezione intitolata Eventi dedicati che riporterà siti internet in cui si richiama la figura di don Tonino, riviste, musical, convegni e conferenze, produzioni multimediali ed eventi vari. Importante anche la sezione dedicata ai Luoghi intitolati, che dovrà arricchirsi grazie alle segnalazioni che perverranno. Sulla destra invece è riportata la preghiera scritta dal Vescovo mons. Martella per il Servo di Dio. Con l’augurio che tale sito possa favorire la comunicazione interna ed esterna della Diocesi, e possa esserci una interazione fra parrocchie e uffici diocesani, invitiamo tutti a visitarlo.

www.diocesimolfetta.it
luceevita@diocesimolfetta.it  
Domenico Amato, direttore upcs

 
 

Si è svolta il 15 settembre nella chiesa di S. Domenico la festa dell'Addolorata. Durante tutta la giornata celebrazioni e alla sera fuochi d'artificio.
Di seguito una descrizione della statua da: Cinzia Petrarota in Atti del Convegno "VIRGO GLORIOSA: percorsi di conoscenza, restauro e tutela delle Madonne vestite".

L’ “Addolorata” (, restaurata di recente da Giovanni Boraccesi, è ascrivibile a fine XVIII inizi XIX secolo ad ignoto artista napoletano. Realizzata in legno policromo, ha la medesima struttura: cioè ben delineato il busto (con le solite braccia snodate e unite alle mani da un gancio, fig.13) poggiante su un supporto ligneo anche questo a gabbia lignea (fig.11-12). Il busto è stuccato nella parte superiore e nelle mani, il resto è verniciato semplicemente, lasciando così il legno al naturale. Analoga l’intensità espressiva del volto con incarnato roseo (legno lucidato a cera) e occhi in pasta vitrea, analoghe le mani e il mento. Il corredo è costituito da un bustino nero imbottito e sottogonna, su cui viene indossato il vestito. Vestito e velo sono in pizzo di macramè nero bordati da una puntina (bordino) dorata; nella mano destra ha i simboli mariani (anch’essi in pizzo nero con le iniziali MM in oro) e nella sinistra il fazzoletto in cotone con pizzo cantù, sulla testa corona in argento all’ imperiale e nel petto uno spadino conficcato. Anche questi due oggetti argentei, come quelli della Desolata, non hanno impresso il punzone che ci avrebbe rivelato la paternità dell’artista.
Nell'immagine riproduzione del Santino distribuito in occasione della festa.

 
 

Si venera in tutto il mondo cattolico il 14 settembre, la festa dell'Esaltazione della Croce. A Ruvo i festeggiamenti avvengono nella chiesa del Carmine dove è esposto la statua lignea del Cristo Portacroce o Gesù al Calvario. Le foto che seguono sono tratte da www.settimanasantaruvo.tk e riguradano l'allestimento per la processione del venerdì santo 2008.

 
 

Recandomi per un viaggio di piacere a Lecce, ho visitato il museo Sigismondo Castromediano. Molti reperti della nostra città sono conservati in quel museo, di età greco-appulo-romana, ma ciò che mi ha attratto di più è stata la riproposizione della mostra allestita nei primi mesi del 2008 a Milano intitolata "LA SCULTURA IN CARTAPESTA. Sansovino, Bernini e i maestri leccesi tra tecnica e artificio". E' la stessa mostra nel quale era esposto il gruppo degli Otto Santi, ora tornato a Ruvo. La mostra leccese contava solo alcuni pezzi di quella originale, ma l'emozione è stata la stessa: guardare da vicino opere d'arte sacra in cartapesta, fatte così bene da sembrare vere. Vi allego alcune foto tratte da http://www.clponline.it/mostre.cfm?idevento=58076D3E-E461-423C-700EDC95D6D4D896 che rappresentano alcune opere in mostra.

Gesù che cade sotto il peso della croce - Giuseppe Manzo (lo stesso autore della nostra Pietà)

 

Benvenuti!

05/09/2008

 

Cari amici, benvenuti nel nuovo blog dedicato alla Settimana Santa ruvese. Il blog è attivo tutto l'anno e vi offre diverse sezioni dedicate ai riti e alle tradizione della settimana più lunga dell'a come l'Archivio Video e la Galleria Fotografia. Buona lettura.